BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
Home » Anti-Imperialist Front » Giustizia per Mustafa Koçak!

Giustizia per Mustafa Koçak!

È una lotta.
Da un lato, l’onore.
Dall’altro, il tradimento e la vendetta.
Nel bel mezzo di una battaglia.
Esattamente due anni fa, si trovò coinvolto in questa guerra, dovendo scegliere se difendere il suo onore o stare dalla parte del traditore e trascinare tutti gli altri in questo pantano.

Mustafa Koçak è stato arrestato nell’operazione iniziata con le dichiarazioni del collaboratore Berk Ercan nel 2017. Circa 200 persone hanno vissuto gli stessi processi. Forse, come gli altri, avrebbe potuto essere rilasciato dopo diverse sessioni del tribunale, che assomigliava a una farsa teatrale, con apparizioni in ordine alfabetico.

L’azione di Þafak Yayla e Bahtiyar Doðruyol contro il Pubblico Ministero aveva sollevato il mondo intero ai loro piedi, ma non era nemmeno chiaro come fossero entrati nel Grande Palazzo di Giustizia. Il fascismo ha dovuto superare il peso del suo fallimento, la mancanza di risultati, ha dovuto prendersela con qualcuno. Questa era la situazione del fascismo che portò Mustafa nel bel mezzo della lotta, per il fascismo era necessario un capro espiatorio, qualcuno doveva essere punito se non poteva risolvere questa situazione. Finché l’azione più potente degli ultimi 20 anni è rimasta un enigma, finché nessun figlio del popolo non sarebbe stato punito, le rivendicazioni del fascismo di “abbiamo sterminato l’organizzazione” sarebbero state parole vuote…

Così fu scelto Mustafa Koçak… In effetti, non c’era un motivo speciale per sceglierlo… Un’altra vittima era necessaria per il fascismo. Proprio come esonerava l’assassino di Berkin Elvan, ora doveva creare un assassino dal nulla.

Mustafa Koçak è stato arrestato il 23 settembre 2017. Fu Berk Ercan a dirigere le indagini della polizia verso di lui. La sua casa è stata perquisita a mezzanotte e sono iniziati 12 giorni di detenzione. Durante questi 12 giorni, hanno cercato di far confessare Mustafa Koçak, e quando ha rifiutato, sono iniziate le minacce e le torture. Era stato minacciato di ritorsioni contro la sua famiglia, minacciato che le sue sorelle sarebbero state stuprate. È stato torturato incappucciato. Il fascismo era chiaramente minaccioso senza bisogno di nascondersi. “O sei un collaboratore o la tua resistenza la sconterai con la vita”. Questo è esattamente quello che gli è stato detto.

Per sei anni la magistratura non è riuscita a trovare l’assassino di Berkin Elvan, ha invece impiegato solo due anni per condannare a vita Mustafa Koçak – hanno lavorato sodo per questo dossier. Quello che la polizia ha detto a Mustafa due anni fa, è una prova evidente di come la magistratura ha costruito il caso del processo di Mustafa Koçak.

Mustafa è stato accusato dal Pubblico Ministero di aver “fornito armi”, e i combattenti del popolo che avevano commesso l’azione erano già stati uccisi. Ma questo non era abbastanza per il fascismo, non potevano essere a loro agio senza bere anche il sangue dei bambini.
Nel corso di un processo di due anni, il tribunale aveva raccolto solo tre confessioni. Per quanto riguarda la “fornitura di una pistola” non c’erano prove concrete nel fascicolo.

Berk Ercan non aveva alcuna prova empirica, e lo ha ribadito davanti al tribunale. Quando il Presidente ha chiesto: “C’è un collegamento tra Mustafa Koçak e l’azione del Pubblico Ministero?” Berk Ercan ha risposto che non aveva informazioni dirette sull’argomento. Poteva solo affermare che Mustafa Koçak stesso gliene aveva parlato in un fast food…

La deposizione dei tre testimoni non si basava su alcuna realtà materiale. Tuttavia, le dichiarazioni di due testimoni che hanno ritrattato le loro dichiarazioni, dicendo di essere stati costretti, sono state ignorate dal tribunale, e anche se non è stato possibile dimostrare in tribunale che Mustafa Koçak aveva fornito armi, è stato trattato come l’organizzatore dell’azione e condannato. Il tribunale non si è fatto nessuno scrupolo nel dare l’ergastolo a Mustafa Koçak, per dimostrare la sua efficacia al servizio del fascismo.

Il fascismo ha mostrato il suo volto vendicativo questa volta attraverso la Corte. I tribunali, che non hanno giudicato gli assassini di Berkin Elvan e che non hanno emesso un solo mandato d’arresto per sei anni, nonostante le perizie, erano i figli delle persone in questione. Applaudendo la loro esecuzione in pochi secondi, senza fornire alcuna prova, senza un giusto processo, Mustafa Koçak può essere condannato all’ergastolo dopo due anni per “questioni di coscienza”…

Questo non è un processo, non è un tribunale, è chiaramente una vendetta! I figli del popolo non sono i gladiatori dell’arena contemporanea dove il fascismo è uno spettatore compiaciuto – i figli del popolo non sono prigionieri del fascismo, non sono capri espiatori, né sono quelli che uccidono con piacere e vengono poi esonerati da tutti i peccati.

Contro tutte queste ingiustizie, Mustafa ha sempre difeso l’onore, fin dall’inizio non ha dichiarato falsa testimonianza e si è opposto all’ira del fascismo. A coloro che vogliono portar via la sua giovinezza e la sua vita, ora risponde con lo sciopero della fame. Per il diritto a un giusto processo, non si rivolge ai giudici vendicativi, parla alla coscienza di tutti i popoli del mondo…



Check Also

Anti-Imperialist Front Statement About the Current Situation in Syria

OCTOBER 21, 2019 Turkey has invaded Syria after reaching agreement with US imperialism. It supports ...