BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
Home » Anti-Imperialist Front » DICHIARAZIONE DEL FRONTE ANTI-IMPERIALISTA IN OCCASIONE DEGLI EVENTI IN ATTO IN VENEZUELA

DICHIARAZIONE DEL FRONTE ANTI-IMPERIALISTA IN OCCASIONE DEGLI EVENTI IN ATTO IN VENEZUELA

GLI STATI UNITI D’AMERICA ASSASSINI STANNO ORGANIZZANDO UN COLPO DI STATO CONTRO IL VENEZUELANO NICOLAS MADURO ATTRAVERSO LE LORO MARIONETTE!

SIAMO CON IL POPOLO VENEZUELANO E IL GOVERNO DI MADURO, CONTRO L’IMPERIALISMO AMERICANO!

Gli imperialisti americani, dalle origini ad oggi, stanno cercando di trasformare l’America Latina nel proprio cortile di casa. Il popolo e il leader popolari come Augusto Sandino, Simon Bolivar, Farabundo Marti [1] che hanno resistito contro il colonialismo e la palese occupazione, sono stati assassinati. Gli Stati Latinoamericani, apparentemente indipendenti a partire dalla seconda metà del XX secolo, in realtà sono stati gestiti attraverso la longa manus di collaborazionisti neocoloniali imperialisti. Tuttavia, queste nazioni non si sono mai sottomessi e in molti paesi dell’America Latina sono emersi movimenti di liberazione.

Questo è il motivo per cui gli Stati Uniti hanno usato vari metodi per liquidare i governi latinoamericani che si opponevano ai loro interessi. La storia della regione è stata scritta con i massacri e i colpi di Stato brevettati dagli Stati Uniti. Per quanto riguarda il metodo usato dagli USA per rovesciare i governi progressisti nel XXI secolo, esso consiste nell’imporre sanzioni economiche insieme alla creazione di un’opposizione collaborativa che scatena le bande paramilitari collaboratrici per le strade e cerca di abbattere il governo con un colpo di Stato. Il primo tentativo, di una serie, di rovesciare il governo di Hugo Chavez con un colpo di Stato in Venezuela nel 2002, non è andato a buon fine. Con gli stessi metodi nel 2009 è stato estromesso il governo legittimo di Manuel Selayaya.

Recentemente, processi simili si sono realizzati in Argentina e in Brasile. Nel 2015, in Argentina, il governo della Kirchner è stato rimosso dal potere poiché prendeva posizione contro gli Stati Uniti, e quindi non era compatibile con gli interessi imperialisti. In Brasile, nel 2016, [l’imperialismo USA] ha eliminato il governo di Dilma Rousseff, succeduta a Lula. Questa volta è stata addotta come scusa l’abuso di potere del governo in questione. In Argentina è stato portato al potere il collaboratore Macri e in Brasile il fascista Bolsonaro. Per quanto riguarda il Nicaragua, per rovesciare il governo del Frente sandinista de liberación nacional FSLN (Fronte sandinista di liberazione nazionale) [2] hanno riproposto le tesi degli abusi e della corruzione dallo scorso anno, organizzando l’“opposizione” per le strade e i suoi collaboratori. Lo stesso hanno fatto in Venezuela: prima esercitando le sanzioni economiche che ne hanno generato la crisi, poi hanno rilasciato i loro collaboratori per le strade sotto il nome di “proteste contro il governo di Maduro”. Ma non paghi, hanno organizzato un tentativo di attentato contro Maduro usando un drone con esplosivo.

L’ultimo anello di questo processo è l’autoproclamazione come presidente venezuelano di un collaboratore americano chiamato Juan Guaydo, leader di una formazione illegittima chiamata Assemblea Nazionale (AN). Subito dopo, i sostenitori dell’imperialismo americano, uno dopo l’altro, hanno rotto i rapporti con Maduro e hanno legittimato Guaydo. Per tutta risposta, l’esercito venezuelano ha annunciato di sostenere il presidente Nicholas Maduro e ha dichiarato illegittima questa auto-proclamazione sostenuta dagli Stati Uniti. Maduro ha quindi invitato il popolo venezuelano a difendere la propria indipendenza e ha annunciato la fine di tutte le relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti dando ai diplomatici statunitensi un termine di 72 ore per lasciare il paese.

Perché gli imperialisti americani attaccano il Venezuela?

Perché gli imperialisti stanno vivendo una crisi profonda. La crisi significa l’istigazione delle guerre civili. Significa l’incitamento alle guerre regionali. Significa organizzare un colpo di Stato. Significa imporre sanzioni. Significa essere l’autore di massacri.

Così come in ogni altra parte del mondo, allo stesso modo l’imperialismo americano sta agendo in Latino America. Oggi è la volta del Venezuela. Lo fa senza riconoscere alcun principio, regolamento o legge. Per loro l’unico principio, l’unica regola sono i suoi interessi imperialisti.

Per questo diciamo ancora una volta:

Il vero terrorista è l’imperialismo americano.

Il più grande pericolo per il nostro mondo è l’imperialismo americano.

Inoltre, i governi e le organizzazioni che si sono sottomessi all’imperialismo, che hanno deposto le loro armi, che si sono riconciliati con l’imperialismo e i suoi collaboratori, che cercano alleanze con loro, dimostra che:

L’unica soluzione è la rivoluzione, l’unica liberazione possibile è il socialismo.

Non c’è una via di mezzo, i tentativi di conciliazione, la ricerca della pace, non portano alla liberazione del popolo.

Molti esempi, dall’ ETA [3] alle FARC [4] dall’URGN [5] al PKK [6], dimostrano ancora una volta la veridicità di queste affermazioni.

Il percorso che porterà il popolo venezuelano alla liberazione non è quello di collaborare né di stare dietro a governi fascisti collaboratori imperialisti come quello dell’AKP-Erdogan. Il modo sarà quello di eliminare le classi dominanti del Venezuela, la sua borghesia e di costruire il governo del popolo.

L’IMPERIALISMO DEGLI STATI UNITI NON DEVE METTERE A REPENTAGLIO IL FUTURO DEL POPOLO!

L’IMPERIALISMO DEGLI STATI UNITI NON DEVE IGNORARE LA VOLONTA’ DEL POPOLO!

E’ PER QUESTO CHE SIAMO CONTRO L’INTERVENTO DELL’IMPERIALISMO USA IN VENEZUELA E LO DENUNCIAMO!

GLI USA E GLI ALTRI STATI IMPERIALISTI SARANNO RESPONSABILI E COLPEVOLI DI OGNI GOCCIA DI SANGUE CHE STILLERA’ DAL POPOLO VENEZUELANO!

Come ha detto il leader della rivoluzione cinese Mao Zedong: il popolo è l’unica forza indistruttibile che nessuno può sconfiggere. Il popolo, il potere del popolo e il governo che gode del suo sostegno è imbattibile. I buffoni come Guaydo, che si portano dietro la tigre di carta, l’imperialismo americano, sono condannati alla sconfitta e alla distruzione. Il popolo venezuelano eliminerà i collaboratori traditori degli Stati Uniti come Guaydo, così come l’imperialismo americano. Per quanto difficile potrà essere, il governo Maduro, insieme al popolo venezuelano, combatterà contro l’imperialismo e i suoi collaboratori, non si piegherà a loro e, come in Siria, l’avrà vinta sull’imperialismo. Noi crediamo fermamente in questo.

Come Fronte anti-imperialista siamo consapevoli dell’oppressione, dei massacri e del dolore che l’imperialismo americano sta facendo vivere ai popoli dell’America Latina. E con la rabbia che proviamo contro il tentativo dell’imperialismo americano di convertire l’America Latina nel suo cortile di casa, ancora una volta dichiariamo di essere al fianco del governo di Maduro, del popolo venezuelano e contro l’imperialismo americano che fin dall’inizio sono stati gli organizzatori e gli autori di questo atto a discapito di Maduro in Venezuela.

L’imperialismo sarà sconfitto, il popolo venezuelano vincerà!

Abbasso l’imperialismo degli Stati Uniti e i suoi collaboratori!

Gli assassini USA devono uscire dal Venezuela!

FRONTE ANTI-IMPERIALISTA

Fonte: http://halkinsesitv1.org/antiemperyalist-cephe-venezuela-aciklamasi/

Note:

[1] http://www.marx21.it/index.php/internazionale/america-latina-e-caraibi/29185-il-nicaragua-e-la-lotta-antimperialista

[2] https://it.wikipedia.org/wiki/Fronte_Sandinista_di_Liberazione_Nazionale

[3] ETA Euscadi ta Astacasuna in basco “Patria e libertà”, è un’organizzazione nazionalista della nazione basca che agì sul territorio della Spagna e della Francia nella seconda metà del secolo scorso. Ha compiuto numerosi attacchi contro il governo, la polizia e la gendarmeria spagnoli. Nel maggio dell’anno scorso, l’organizzazione ha annunciato il suo scioglimento definitivo.

[4] FARC The Revolutionary Armed Forces of Colombia è un’organizzazione partigiana marxista che opera in Colombia dagli anni ‘50 ad oggi. Nel 2016, in seguito a un “trattato di pace” firmato con l’oligarchia colombiana, l’organizzazione ha avviato un processo di trasformazione e disarmo per diventare un partito legale, sebbene una parte dei quadri e dei combattenti dell’organizzazione era in disaccordo con la resa della lotta partigiana in alcune parti del paese.

[5] URGN Unidad Revolucionaria Nacional Guatemalteca (Unità rivoluzionaria nazionale guatemalteca), dopo una lunga lotta di guerriglia negli anni ‘90, come le FARC, ha firmato un “trattato di pace” con l’oligarchia guatemalteca e ha iniziato il suo processo di trasformazione in un partito politico legittimo.

[6] PKK Partîya Karkerén Kurdîstan (Partito dei lavoratori del Kurdistan) fu fondato nel 1978, fu inizialmente influenzato dal forte movimento comunista in Turchia e dalle idee Marxiste-Leniniste. Dopo le contro-rivoluzioni in Unione Sovietica e nei paesi socialisti, si è allineato al campo imperialista, cambiando la sua ideologia, respingendo tutte le sue rivendicazioni fondamentali: dalla creazione ai primi anni ‘90.



Check Also

Mahir Mete Kul Will Live in Our Hearts

  Mahir Mete Kul left us in the best years of life. He was 23 ...