BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
Home » Anti-Imperialist Front » Revolutionary Prisoner Erdal Gökoğlu On Hunger Strike (ENG-IT)

Revolutionary Prisoner Erdal Gökoğlu On Hunger Strike (ENG-IT)

“I will put up with everything, stand it all …

Because there is a pleasure in me that nothing can crush

it is my resistance and strength! .. ”

Imposing a single type uniform clothing is a crime against humanity

We’re Not Criminals, We’re Revolutionaries, We’re Not Wearing uniform clothes. We’re Not Going To Wear Them.

Erdal Gökoğlu, a free prisoner, was detained by German imperialism in Belgium 2 years ago and tried in Germany and sentenced to 3 years and 10 ten months in prison. Erdal Gökoğlu had carried out the revolutionary struggle in Turkey, he has paid the price for that fought for the independence of the country. Between 1994 and 2001, he lived in captivity for seven years and resisted the F-Type cells in the December 19-22 prison attack organized by imperialism and organized to end the revolutionary struggle in Turkey at the feet of Prisons, and resisted the 252-day death fast. After the death fast resistance, he had the wernicke-korsakoff syndrome and also experienced certain ailments caused by the death fast resistance. Erdal Gökoğlu, who went abroad to be treated and continued his revolutionary struggle here, was targeted by imperialism and remained prisoner in Polish and German prisons for more than 4 years.

Revolutionism Is Not A Crime, Revolutionaries Continue To Increase The Fears Of Imperialism

The German state tries to surrender the revolutionaries by arresting and using the judiciary and punishing the revolutionaries for many years after the arrest decisions it has made as a result of the investigations it has opened on the basis of articles 129-A and 129-B of the anti-terror law. But no revolutionary will surrender to the imposition of neither the German state nor other imperialist states. The fear of all of Europe and the world is Marxist Leninist revolutionaries, today Erdal Gökoğlu and the people’s front, who continue their struggle in Europe, continue to increase the fears of imperialism. Imposing single type uniform clothing Is Dishonor, An Attack on the Ideology of Surrender of Personality

Imperialism has tried many ways and methods to surrender revolutionary organizations in the world, war is a war of wills. Imperialism ideologically does not underestimate the slightest detail in order to surrender revolutionaries. Taking off your shoes, regretting what you’ve done, wearing reverse handcuffs, searching naked, not giving you the right to publish books, shaving your hair, all they want is you to surrender ideologically, soldier on, and lose faith in your ideology in prison, humiliate revolutionary ideology, surrender ideologically. A single type uniform clothing is such an attack, with this attack they humiliate the Revolutionary personalities of revolutionaries in prisons and try to surrender. Many organizations and revolutionaries in Turkey and around the world have been attacked with single type uniform clothing attacks. In the conditions of the fascist junta in Turkey, revolutionary prisoners who said “We are political prisoners, not soldiers” did not compromise their identity in the face of torture. This attack on political identity has always been met with resistance. In Turkey, the 1984 death fast was a resistance in which a single uniform clothing attack was torn up. This line of resistance has introduced our political identity to the enemy and shown that you are the people who lie to death, who gladly risk death for their ideology. The Tupamaros in Uruguay, the Raf in Germany, the IRA in Britain, the Red Brigades in Italy and many revolutionary organizations faced single type uniform attacks. The only responsible of these attacks are the imperialists and their aims are very clear and clear, the prisoners of all categories, with a single type uniform imposed in prisons in Europe, judicial etc., are asked to accept the sovereignty and will of the state. Against this, the Popular Front has maintained their revolutionary identity in Europe with their dignity, and continued to defend it. After imperialism declared that” we will not leave a single Marxist-Leninist “organization in the world, the people’s frontmen said with their idelological clarity and courage,” we still continue to sit in our Marxist-Leninist chair.”

It is an attack on the depersonalization of prisoners with single type uniform. Erdal Gökoğlu was forced to impose a single type uniform in the Belgian St Gills prison. People’s Front prisoners, who had previously been imprisoned in European prisons, responded to this attack with their hunger strike resistance and broke this attack. Free prisoner Erdal Gökoğlu has started an indefinite hunger strike since February 3, 2021 against the imposition of uniform dress. His demand is the abolition of single type uniform imposition. During his previous imprisonment, he went on hunger strikes against the imposition of Single Type Uniform and won with resistance. Due to the death fast resistance of Erdal Gökoğlu and the conditions of imprisonment for many years, he suffers from severe migraine pain and serious health problems. Erdal Gökoğlu is now on the 16th day of hunger strike. Let’s write letters of support, shoot videos, hold hunger strikes, expose the prison and the Belgian state

 

The Belgian State Will Not Be Able To Dress Free Prisoner Erdal Gökoğlu

Let Erdal Gökoğlu’s Demands Be Accepted

Down With Imperialism And We Will Not Accept The Imposition Of Its Servants’ Uniform Dress

We Are Revolutionists, Not Guilty We Will Not Wear One Type of Dress

Long Live The Hunger Strike Resistance

 

People’s Front of Greece / Anti-Imperialist Front Greece

**IT
IL PRIGIONIERO RIVOLUZIONARIO ERDAL GÖKOĞLU IN SCIOPERO DELLA FAME

“Sopporterò tutto, sopporterò tutto …

Perché c’è un piacere in me che niente può schiacciare

è la mia resistenza e la mia forza!”

Imporre un unico tipo di abbigliamento in uniforme è un crimine contro l’umanità

Non siamo criminali, siamo rivoluzionari, non indosseremo abiti uniformi. Non li indosseremo.

Erdal Gökoğlu, un prigioniero libero, è stato detenuto dall’imperialismo tedesco in Belgio 2 anni fa, processato in Germania e condannato a 3 anni e 10 dieci mesi di prigione. Erdal Gökoğlu ha portato avanti la lotta rivoluzionaria in Turchia, ha pagato il prezzo per aver combattuto per l’indipendenza del paese. Tra il 1994 e il 2001, ha vissuto in prigionia per sette anni e ha resistito alle celle F-Type nell’attacco alle prigioni del 19-22 dicembre organizzato dall’imperialismo e organizzato per porre fine alla lotta rivoluzionaria in Turchia ai piedi delle carceri, ha resistito al digiuno fino alla morte per 252 giorni. Dopo la resistenza allo sciopero della fame fino alla morte, ha avuto la sindrome di Wernicke-Korsakoff e anche alcuni disturbi causati dalla resistenza con il digiuno. Erdal Gökoğlu, che andò all’estero per essere curato e continuò qui la sua lotta rivoluzionaria, fu preso di mira dall’imperialismo e rimase prigioniero nelle prigioni polacche e tedesche per più di 4 anni.

Essere rivoluzionario non è un crimine, i rivoluzionari continuano ad aumentare le paure dell’imperialismo

Lo stato tedesco cerca di far arrendere i rivoluzionari arrestando e usando la magistratura, punendo i rivoluzionari per molti anni dopo le decisioni di arresto che ha effettuato come il risultato delle indagini aperte sulla base degli articoli 129-A e 129-B della legge antiterrorismo. Ma nessun rivoluzionario si arrenderà all’imposizione né dello stato tedesco né di altri stati imperialisti. La paura di tutta l’Europa e del mondo sono i rivoluzionari marxisti leninisti, oggi Erdal Gökoğlu e il fronte popolare, che continuano la loro lotta in Europa, continuano ad aumentare le paure dell’imperialismo. Imporre un unico tipo di abbigliamento uniforme è un disonore, un attacco all’ideologia della resa della personalità

L’imperialismo ha provato molti modi e metodi per far arrendere le organizzazioni rivoluzionarie nel mondo, la guerra è una guerra di volontà. L’imperialismo ideologicamente non sottovaluta il minimo dettaglio per sottomettere i rivoluzionari. Toglierti le scarpe, far pentire di quello che hai fatto, portare le manette dietro la schiena, perquisirti nudo, non darti il diritto di pubblicare libri, rasarti i capelli, tutto quello che vogliono è che tu ti arrenda ideologicamente, che tu faccia il soldato, che tu perda la fede nella tua ideologia in prigione, che umili l’ideologia rivoluzionaria, che ti arrenda ideologicamente. Un solo tipo di abbigliamento uniforme è un tale attacco, con questa aggressione umiliano le personalità rivoluzionarie dei rivoluzionari nelle prigioni e cercano di farli arrendere. Molte organizzazioni e rivoluzionari in Turchia e nel mondo sono stati attaccati con l’obbligo di indossare un’uniforme. Nelle condizioni della giunta fascista in Turchia, i prigionieri rivoluzionari che dicevano “Siamo prigionieri politici, non soldati” non hanno compromesso la loro identità di fronte alle torture. Questo attacco all’identità politica ha sempre incontrato resistenza. In Turchia, il digiuno fino alla morte del 1984 è stata una resistenza in cui è stato strappato un solo attacco all’uniforme. Questa linea di resistenza ha presentato la nostra identità politica al nemico e ha dimostrato che si tratta di persone che rischiano fino alla morte per la loro ideologia. I Tupamaros in Uruguay, la Raf in Germania, l’IRA in Gran Bretagna, le Brigate Rosse in Italia e molte organizzazioni rivoluzionarie hanno affrontato attacchi di uniformi monotipo. Gli unici responsabili di questi attacchi sono gli imperialisti e i loro obiettivi sono molto chiari e netti, ai prigionieri di tutte le categorie, con un’uniforme monotipo imposta nelle prigioni in Europa, in quelle giudiziarie etc., si chiede di accettare la sovranità e la volontà dello stato. Contro questo, il Fronte Popolare ha mantenuto la sua identità rivoluzionaria in Europa con la sua dignità, e ha continuato a difenderla. Dopo che l’imperialismo ha dichiarato che” non lasceremo una sola organizzazione marxista-leninista “nel mondo, i militanti del Fronte del Popolo hanno detto con la loro chiarezza ideologica e il loro coraggio,” noi continuiamo a sederci sulla nostra sedia marxista-leninista”.

Indossare l’uniforme è un attacco alla spersonalizzazione dei prigionieri. Erdal Gökoğlu fu costretto a contrastare l’imposizione dell’uniforme di un solo tipo nella prigione belga di St Gills. I prigionieri del Fronte del Popolo, che erano stati precedentemente imprigionati nelle prigioni europee, hanno risposto a questo attacco con la loro resistenza con lo sciopero della fame e hanno rotto questo attacco. Il prigioniero libero Erdal Gökoğlu ha iniziato uno sciopero della fame a tempo indeterminato dal 3 febbraio 2021 contro l’imposizione dell’uniforme. La sua richiesta è l’abolizione dell’imposizione dell’uniforme. Durante la sua precedente prigionia, ha fatto degli scioperi della fame contro l’imposizione dell’uniforme e ha vinto con la resistenza. A causa della resistenza con il digiuno di Erdal Gökoğlu e delle condizioni di prigionia protratta per molti anni, soffre di forti dolori di emicrania e gravi problemi di salute. Erdal Gökoğlu è ora al 16° giorno di sciopero della fame. Scriviamo lettere di sostegno, giriamo video, facciamo scioperi della fame, denunciamo la prigione e lo stato belga

Lo Stato belga non sarà in grado di vestire il prigioniero libero Erdal Gökoğlu

Che le richieste di Erdal Gökoğlu siano accettate

Abbasso l’imperialismo, non accetteremo l’imposizione dell’uniforme dei suoi servi

Siamo rivoluzionari, non colpevoli, non indosseremo un solo tipo di abito

Lunga vita alla resistenza dello sciopero della fame

Fronte del Popolo della Grecia / Fronte Anti-Imperialista Grecia



Check Also

Paris Sempozyumu 2021 Çağrı: Ölüm Orucu Direnişleri Şehitleri Onurumuzdur Adalet İstiyoruz

Ölüm Orucu Direnişi Şehitleri Onurumuzdur ADALET İSTİYORUZ Emperyalizme ve Faşizme Karşı Birleşelim, Savaşalım ve Kazanalım! ...

%d blogcu bunu beğendi: